Pagine Monaci/Cittadino e Pubblica Utilità con Dossier Mobilità

DOPO OLTRE UN SECOLO DI MONOPOLIO ECCO NTV

Come corre Italo

Intervista con Giuseppe Bonollo - Direttore Marketing, Vendite e Servizi - NTV S.p.A.

Un nuovo operatore privato nel settore dell’alta velocità. Fino a qualche anno fa era inimmaginabile, ora è realtà. Italo corre, e corre forte. Collega tante città, da Sud a Nord. Confort, puntualità, accessibilità, qualità nei servizi sono alcuni dei punti di forza. Insomma, con Giuseppe Bonollo, Direttore Marketing, Vendite e Servizi di Ntv spa, abbiamo fatto un viaggio su Italo, il treno per tutti.


Quanto è stato difficile entrare in un mercato storicamente “bloccato” qual è quello del trasporto ferroviario ad AV?
Ntv con i treni Italo è il primo operatore privato dell’Alta velocità, il primo in Europa ad avere aperto la via alla liberalizzazione del trasporto dei viaggiatori. Partire in un settore così complicato, protetto da un monopolio sedimentato da oltre un secolo, ha richiesto ancora più impegno e grande attenzione. Ancora oggi la situazione non è facile, dal momento che non è operativo quell’ organismo indipendente varato dal governo, l’Authority dei Trasporti, per regolare il settore e vigilare sulla trasparenza della liberalizzazione. Se si considera poi che non c’è neppure la separazione tra gestore dell’infrastruttura (chi gestisce la rete) e l’ex monopolista, ossia le Ferrovie Italiane dello Stato, allora, è più chiara la complessità dello scenario dove operiamo. A maggior ragione siamo dunque soddisfatti dei risultati ottenuti in soli 6 mesi di attività, avendo già superato il milione di Viaggiatori, con il prossimo traguardo di raddoppiare entro dicembre.

Ad oggi, quali sono i numeri che meglio descrivono la crescita di Italo?
Italo raggiunge dodici stazioni di nove città assicurando poco meno di cinquanta collegamenti giornalieri. Abbiamo superato in sei mesi il primo milione di Viaggiatori e ci apprestiamo da qui a fine anno a raggiungere i 200mila iscritti al programma fedeltà di Italo Più. Ma il numero che ci inorgoglisce di più è quello dei mille nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato creati da Italo. E altri mille si sono generati nell’indotto. Una bella soddisfazione in un periodo di crisi economica. Ricordo a tal proposito che per il progetto Italo, i soci di Ntv hanno stanziato un miliardo di euro senza ricorrere a finanziamenti pubblici.

Quali sono attualmente i collegamenti assicurati? E ci sono in rampa di lancio altre tratte?
Italo raggiunge Salerno, Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Padova, Venezia, Milano e dal 9 dicembre Torino, la città che completa il nostro network. Al momento non sono previste altre fermate ma non ci precludiamo nulla per il futuro. Siamo partiti il 28 aprile scorso e prima di avviare un ulteriore ampiamento del progetto dobbiamo completare la prima fase della start up.

Tariffe, comfort, pulizia, puntualità: sono alcuni dei temi sempre all’attenzione della clientela e delle associazioni dei consumatori. Qual è il vostro impegno si questi temi?
Il nostro progetto ha l’obiettivo di offrire un nuovo modo di viaggiare - confortevole, tecnologico, ecologico - con una pluralità di servizi pensati per soddisfare le esigenze di ogni viaggiatore. Per essere all’altezza di questo obiettivo, abbiamo investito molto su Italo - il treno più moderno d’Europa - e sullo staff che è stato attentamente selezionato e ha effettuato un’accurata formazione per essere sempre all’altezza della situazione.
In più ci siamo ripromessi un atteggiamento serio e responsabile nei confronti del viaggiatore-consumatore. Lo abbiamo fatto fin dall’inizio presentando offerte commerciali chiare e trasparenti. Basta una visita sul nostro sito www.italotreno.it per rendersi conto di questa nostra attenzione: tutti sono facilitati, con pochi click, nel trovare le migliori offerte, potendosi orientare verso l’acquisto che più soddisfa le rispettive esigenze.

Come si batte la concorrenza? È solo una questione di prezzi del biglietto?
Riteniamo che sia prioritario assicurare un’alta qualità del tempo di viaggio. Ad esempio, oltre al confort assicurato dalle carrozze ampie e luminose o dalle poltrone in pelle Frau, abbiamo puntato molto sull’intrattenimento: con la carrozza cinema e il portale di bordo che offre la tv in diretta di Sky TG24, le informazioni di Corriere della Sera, Repubblica, Ansa e gli aggiornamenti meteo. Il confronto tra i prezzi è certamente importante nella scelta tra i vari operatori ma non è l’unico parametro né il principale. In ogni caso, Italo è anche molto competitivo sui prezzi dei biglietti e per questo è scelto da un numero crescente di Viaggiatori.

Una moltitudine di diverse persone utilizzano l’AV per spostarsi. Come assicurate servizi e professionalità tanto ai professionisti, quanto a comuni viaggiatori?
Italo è un treno per tutti: il manager ha a disposizione la connessione Wi-Fi gratuita, la famiglia può guardarsi un film in Carrozza Cinema, chi vuole leggere un libro o riposare ha la Carrozza Relax, chi ama il buon cibo può scegliere tra i menù di Eataly mentre i salotti Club offrono un ambiente esclusivo. A tutti è sempre garantita la miglior assistenza da parte del personale di bordo, giovani appositamente preparati per assicurare la piacevolezza del Viaggio.

Che ulteriori progressi dobbiamo attenderci dal futuro? Quali i prossimi obiettivi?
Con l’apertura della tratta per Torino il nostro network è completo. Altri collegamenti non sono previsti ma restano possibili. Il nostro obiettivo è raggiungere entro il 2014 il break-even e una quota di mercato del 25% pari a 8-9 milioni di Viaggiatori trasportati. Se poi ci sarà la possibilità di concorrere davvero per operare nel trasporto regionale, valuteremo e nel caso parteciperemo con l’obiettivo di fornire al meglio anche questo servizio.



Archivio
Ricerca libera
Ricerca avanzata >>