Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto







Consulenti Lavoro-Mediocredito Centrale, intesa per agevolare accesso al credito per pmi


Accesso al credito più semplice e vantaggioso per le piccole e medie imprese italiane, con la possibilità di accedere a finanziamenti tra i 25mila e i 500mila euro, con tassi e condizioni vantaggiose.

Accesso al credito più semplice e vantaggioso per le piccole e medie imprese italiane, con la possibilità di accedere a finanziamenti tra i 25mila e i 500mila euro, con tassi e condizioni vantaggiose. E' questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato oggi, al ministero dello Sviluppo Economico, dalla presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro, Marina Calderone, e dall'amministratore delegato del Mediocredito Centrale-Banca del Mezzogiorno Spa, Bernardo Mattarella.

Nell’ambito delle proprie attività svolte in favore degli iscritti nel relativo albo professionale, grazie a questo accordo, il Consiglio nazionale darà l’opportunità ai consulenti del lavoro di offrire ai propri clienti, quali le piccole e medie imprese, che abbiano la necessità di reperire risorse finanziarie, la possibilità di accedere a finanziamenti a condizioni economiche di vantaggio. Sono 1,5 milioni le aziende che hanno depositato all’Inps la delega ai consulenti sugli adempimenti in materia di lavoro.

In particolare, Mediocredito Centrale si impegna a riconoscere alle imprese meritevoli di credito, comprese le start up, una riduzione dello spread per i finanziamenti sia con finalità di investimento sia con finalità di circolante, richiesti attraverso il portale on line della Banca per un importo massimo di 500 mila euro.

"Ci fa molto piacere -ha detto Marina Calderone a margine della firma- che un'istituzione bancaria pubblica ci abbia chiesto di collaborare a un piano di sostegno e sviluppo del tessuto produttivo italiano e che abbia individuato nel consulente del lavoro una figura professionale strategica per il dialogo con la piccola e media impresa italiana. Negli anni -ha aggiunto- la categoria ha investito molto nella crescita delle sue competenze a beneficio dello sviluppo delle aziende. Favorire l’accesso al credito rappresenta un nuovo tassello per lo sviluppo della professione che, allo stesso tempo, porterà certamente dei benefici a tutto il circuito imprenditoriale con cui dialoghiamo ogni giorno".

Bernardo Mattarella, amministratore delegato di Mediocredito Centrale, ha aggiunto: "Grazie all’accordo con i consulenti del lavoro siamo in grado di offrire condizioni semplici e vantaggiose per l’accesso al credito a un’ampia platea di piccole e medie imprese. Ampliare il network di collaborazione con associazioni e istituti finanziari, da una parte, puntare su modalità operative incentrate sugli strumenti web, dall’altra, si confermano scelte strategiche per consolidare il nostro ruolo istituzionale rivolto ad accrescere la competitività del Paese, aumentando la capacità di offerta del sistema bancario, soprattutto a favore delle pmi e del Mezzogiorno".

Soddisfazione per l'intesa da Salvatore Barca, segretario generale del ministero dello Sviluppo economico, che ha sottolineato come il protocollo tra "i consulenti del lavoro e Mediocredito, controllata al 100% da Invitalia, a sua volta sotto la vigilanza di questo ministero, rappresenta un tassello importante verso lo sviluppo delle imprese". "Sono due i punti salienti: c'è una disponibilità della banca - ha chiarito - a creare un vantaggio in termini di riduzione dei tassi di interesse per l'erogazione delle linee di finanziamento e la disponibilità dell'Ordine dei consulenti del lavoro di svolgere questo incarico a titolo gratuito. Nell'articolo 14 di questo accordo si enuncia che anche il rimborso delle spese sarà a carico delle parti e quindi di Mediocredito Centrale e del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro. Sarà un vantaggio puro, quindi, per le nostre imprese -ha concluso Barca- perchè accederanno finalmente a una linea di finanziamento tra i 25 mila e i 500 mila, seguiti da un professionista e con una linea di finanziamento erogata da una banca pubblica".

12/03/2019
redazione@paginemonaci.it
paginemonaci.it

Condividi su Facebook

Potrebbero interessarti anche:

Supereremo la tempesta
Geertman, manager Unicredit: Roma e l'Italia ce la faranno, abbiamo tutte le carte in regola. Non ci serve altro pessimismo...
e-government, quanta fatica
Alla base delle difficoltà c'è ancora la connessione ad internet: Solo il 65% delle famiglie italiane, infatti, ha una connessione alla Rete mentre solo il 53% usa regolarmente il web. Si tratta di ...
Il 2014 è l’anno della maturità digitale
La morte dell’anonimato, i social media scolastici e l’emergere di tecnologie intelligenti tra le principali tendenze che caratterizzeranno l’anno appena iniziato. PagineMonaci.it intervista Al...
Approvato il nuovo modello TR
...
Abi, prestiti meno proibitivi
L'associazione, nel secondo trimestre del 2014 «i criteri di offerta dei prestiti alle imprese sono divenuti lievemente espansivi, beneficiando del miglioramento delle attese riguardo l'attività eco...
La deducibilità delle erogazioni liberali agli enti
...
News del mese di Agosto 2014
...
REGOLE PER IL CORRETTO UTILIZZO IN COMPENSAZIONE “ORIZZONTALE” DEI CREDITI DI IMPOSTA
...
Maxicircolare delle Entrate sul credito di imposta per i redditi prodotti all’estero
...
Maxicircolare delle Entrate sul credito di imposta per i redditi prodotti all’estero
...
SPLIT PAYMENT - ULTERIORI CHIARIMENTI
...


La Campagna Nazionale Galgano 2019 rilancia "Il valore etico della qualità": lotta agli sprechi lean organization e miglioramento continuo per l'eccellenza del Sistema Italia
Leggi




LA CAMPAGNA NAZIONALE ITALIANA SU “IL VALORE ETICO DELLA QUALITÀ"
di Mariacristina Galgano, amministratore delegato del GRUPPO GALGANO
Leggi












 


Università e imprese
Per il Rettore Francesco Bonini (LUMSA) "l'internazionalizzazione, basata su una chiara identità, è un importante motore di sviluppo culturale e aziendale"

leggi tutto



Sorgente Group Alternative Investment: la generazione degli immobili iconici
Sorgente Group Alternative Investment, attraverso le tre holding Sorgente Group Spa (Italia), Sorgente Group of America (Usa) e Main Source (Lussemburg) opera nei settori degli immobili, della finanza, del risparmio gestito, delle infrastrutture, dei restauri, alberghi e cliniche, comunicazione...

leggi tutto



Siamo logorati dalla speranza. È questo il problema di coloro che hanno cercato di difendere gli ecosistemi della terra...

leggi tutto


Copyright © 2019 Guida Monaci S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Sede: Via Salaria 1319 - 00138 Roma - Tel. +39 068887777 Fax +39 068889996
Capitale Sociale euro 1.688.769,00 - C.F. e Reg. Imprese Roma 00398260588 - P. IVA 00879951002