Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto







Il Museo Nicolis si presenta


Un tuffo nella storia della tecnica e meccanica italiana. Ma non solo. E' il Museo Nicolis. Parla Silvia Nicolis, Presidente Museo Nicolis di Villafranca.

In un momento di fortissima crisi congiunturale come questo, quali sono i punti di forza grazie cui il museo ha potuto essere in tutti questi anni un riferimento costante per il territorio e, ovviamente, per tutti gli appassionati di auto e tecnica?

La prima cosa da ricordare è che il Nicolis è un Museo privato, un Museo-Impresa che sin dalla sua apertura ha fatto però la scelta di aprirsi al pubblico per dare a tutti la possibilità di vedere le collezioni. E’ stata ovviamente una scelta “coraggiosa e impegnativa” che ci ha da subito posto il problema delle risorse e del finanziamento di questa Impresa che è – come ovvio – estremamente impegnativa non solo per le sue dimensioni e caratteristiche (6.000mq con 7 collezioni di oggetti rari e preziosi che devono essere tutelati e mantenuti in perfetto stato) – Per quanto concerne le vetture che sono più di 200, questo è un aspetto che colpisce non solo i visitatori ma anche gli esperti e gli appassionati – Sono tutte scintillanti, lucide, perfette e funzionanti, come se fossero nuove…..

Rispetto alla gestione, come qualsiasi impresa che vuole crescere e proporre i suoi prodotti al mercato, abbiamo dovuto mettere a punto delle strategie e inventarci ogni giorno una serie di iniziative che aiutassero a dare visibilità al Museo, a promuoverne i servizi, ad attirare visitatori.

Per questo abbiamo sviluppato molto l’area del Centro Congressi che è diventato un punto di riferimento importante per l’intera Business Community. Presso il Centro Congressi organizziamo innumerevoli incontri per conto di imprese e istituzioni ma l’area - che è molto bella e versatile - viene anche utilizzata da privati per feste, cene, esposizioni ecc. Il centro congressi, con tutti i servizi organizzativi e di supporto che siamo in grado di offrire, è ovviamente una delle aree di reperimento di revenues su cui maggiormente puntiamo.

Per incentivare il flusso dei visitatori ovviamente abbiamo sviluppato iniziative e servizi di ogni genere per valorizzare l’area Museale; il Nicolis è uno dei punti di riferimento turistici più importanti per l’intero territorio, per cui abbiamo non solo promosso iniziative ed eventi destinati ai visitatori (pacchetti per famiglie, iniziative per i disabili, visite guidate per le scuole, ingressi gratuiti in occasione di ricorrenze o eventi particolari, ecc)

Con questo spirito abbiamo partecipato alla grande mostra “Che storie” che Museimpresa ha organizzato a Milano al Palazzo della Ragione e che ha riunito un numero molto rilevante di imprese di primissimo piano, ognuna delle quali ha contribuito a raccontare un “pezzo di storia” dell’imprenditoria italiana. E’ stato un grande successo.

Sempre pensando al pubblico e soprattutto alle famiglie abbiamo promosso qui al Museo una serie di rappresentazioni teatrali gratuite con il teatro Impiria (una addirittura il giorno di Santo Stefano) che hanno portato al Museo frotte di famiglie con i loro bambini . E questa è solo una delle tante che ci inventiamo ogni giorno.

Per il mondo degli appassionati puntiamo su iniziative specifiche come la partecipazione con alcuni dei nostri pezzi più esclusivi alle rassegne e alle iniziative italiane e internazionali di maggiore prestigio. Cito per l’Italia la Mostra di auto d’epoca di Padova oppure quella di Milano ma desidero ricordare che quest’anno il Museo è stato selezionato fra i 6 finalisti di Motoring Awards a Londra, una delle iniziative del settore più importanti a livello mondiale. Ci siamo confrontati con 5 fra i più prestigiosi Musei del mondo ed è stata una soddisfazione enorme.

Un’altra area che stiamo sviluppando e che ci sta dando grandi soddisfazioni è quella della collaborazione concreta con il mondo del cinema o della musica: abbiamo spesso dato nostre vetture per la realizzazione di film importanti (Marco Tullio Giordana per esempio è uno dei registi che ha il Museo Nicolis come punto di riferimento) ma di recente siamo stati anche scelti come “partner” in varie forme per la realizzazione di alcuni bellissimi video di famosi cantanti italiani
Cito, a titolo di esempio, Mario Biondi che ha girato il suo video “Deep Space” proprio al Museo e si è divertito con alcune delle nostre vetture più belle, Laura Pausini che ha inserito alcuni oggetti del Museo in un suo recente te raffinatissimo video dal titolo “Dove Resto solo io“ oppure, ultimi solo in ordine di tempo, i Modà che hanno collaborato con Museo addirittura per due video l’ultimo dei quali intitolato “La sua bellezza” che viene lanciato proprio in questi giorni e che è stato girato interamente nel Museo
Spero che questi esempi siano sufficienti per fare capire come ci muoviamo; siamo un’Impresa, anzi un Museo-Impresa e il nostro prodotto è la cultura; cerchiamo di portarla ogni giorno “nel mercato” nei modi più creativi e coinvolgenti per il pubblico perché siamo sempre stati convinti, sin dall’inizio di questa attività, che la cultura sia il principale strumento di crescita di un Paese e che deve essere di tutti e per tutti.

Nei prossimi mesi quali sono le iniziative di maggiore rilievo organizzate dal museo?

Abbiamo già un programma fittissimo di incontri, congressi, raduni ecc. Nel 2014 verrà assegnato il 6° Premio Museo Nicolis e verrà inaugurata una sezione dedicata interamente al Fondatore Luciano Nicolis ed alla sua storia imprenditoriale.

E' possibile avere qualche numero circa l'affluenza presso il museo?

Il Museo è in una fase molto accelerata di sviluppo e internazionalizzazione, i visitatori stranieri aumentano ogni anno. Nel 2013 abbiamo rilevato un passaggio di 30.000 visitatori; tenuto conto che ci troviamo in provincia e che al Nicolis ci si arriva spesso “per caso”per noi è un ottimo risultato. Senza calcolare la vastissima comunità web che oramai ci segue quotidianamente.
Di recente gli incrementi più significativi, a fianco dei turisti “tradizionali” e ormai consolidati che provengono da tutti i paesi europei, li abbiamo registrati con gruppi di visitatori provenienti dalla Russia e da Israele.

17/02/2014
redazione@paginemonaci.it
paginemonaci.it

Condividi su Facebook



Lopard Publishing












 


Università e imprese
Per il Rettore Francesco Bonini (LUMSA) "l'internazionalizzazione, basata su una chiara identità, è un importante motore di sviluppo culturale e aziendale"

leggi tutto



Sorgente Group: la generazione degli immobili iconici
Il Gruppo Sorgente, attraverso le tre holding Sorgente Group Spa (Roma), Sorgente Group of America (New York) e Sorgente Group International Holding (Londra) istituisce e gestisce fondi immobiliari...

leggi tutto



Siamo logorati dalla speranza. È questo il problema di coloro che hanno cercato di difendere gli ecosistemi della terra...

leggi tutto


Copyright © 2015 Guida Monaci S.p.A. - Tutti i diritti riservati - Sede: Via Salaria 1319 - 00138 Roma - Tel. +39 068887777 Fax +39 068889996
Capitale Sociale euro 3.762.850 - C.F. e Reg. Imprese Roma 00398260588 - P. IVA 00879951002