Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto







Riduzione dei benefici fiscali per le polizze vita


Come ormai noto, il Decreto IMU, tra le tante modifiche, ha definito la sospensione della prima rata IMU per le abitazioni principali. Contestualmente, al fine di coprire il fabbisogno finanziario generatosi da tale esenzione, con lo stesso Decreto è stata prevista una riduzione dell’importo massimo detraibile per le spese assicurative relative alle polizze vita e infortuni a decorrere già dal periodo d’imposta 2013.
Prima della modifica i benefici fiscali connessi con il pagamento di premi per le polizze di assicurazione a copertura del rischio vita e infortuni si assestavano su un importo del 19% fino ad un importo massimo di spesa di € 1.291,14 in relazione alle polizze sottoscritte:


  • a partire dal 01/01/01, a titolo di premio per assicurazione aventi ad oggetto rischio di morte o di invalidità permanete non inferiore al 5% da qualsiasi causa derivante, ovvero di non autosufficienza, se l’impresa non ha facoltà di recesso dal contratto;
  • fino al 31/12/00, a titolo di premio per assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni; a condizione che il contratto abbia una durata non inferiore a 5 anni e non consenta la concessione di prestiti nel periodo di durata minima (5 anni).
Il nuovo scenario prevede, a fronte dell’aliquota del 19%, un ridotto limite di spesa:

  • per l’anno 2013 pari ad € 630;
  • per l’anno 2014 pari ad € 530 per i contratti di assicurazione sulla vita ed € 1.291,14 per i premi di assicurazioni aventi per oggetto il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana, al netto dei premi aventi ad oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente.

In aggiunta a questa modifica si prevede che decorrere dall’anno 2014 non si possa più dedurre il contributo SSN compreso nel premio assicurativo mentre dovrebbero essere confermate le deduzioni, sia pure entro certi limiti, dei contributi versati alle forme di previdenza complementare.

Elisa Colonna
(riproduzione riservata)

In collaborazione con

11/11/2013
redazione@paginemonaci.it
paginemonaci.it

Condividi su Facebook



Galgano
Con le testimonianze di Comau, Coster, Electrolux Italia, Palazzoli e Remazel
ECCELLENZA NELLO SVILUPPO PRODOTTO
L’evento del 4 marzo a Milano conclude la Campagna Nazionale Qualità Galgano 2019 e rilancia la nuova edizione

>> leggi

Guarda il manifesto










 


Università e imprese
Per il Rettore Francesco Bonini (LUMSA) "l'internazionalizzazione, basata su una chiara identità, è un importante motore di sviluppo culturale e aziendale"

leggi tutto



Sorgente Group Alternative Investment: la generazione degli immobili iconici
Sorgente Group Alternative Investment, attraverso le tre holding Sorgente Group Spa (Italia), Sorgente Group of America (Usa) e Main Source (Lussemburg) opera nei settori degli immobili, della finanza, del risparmio gestito, delle infrastrutture, dei restauri, alberghi e cliniche, comunicazione...

leggi tutto



Siamo logorati dalla speranza. È questo il problema di coloro che hanno cercato di difendere gli ecosistemi della terra...

leggi tutto


Copyright © 2019 Guida Monaci S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Sede: Via Salaria 1319 - 00138 Roma - Tel. +39 068887777 Fax +39 068889996
Capitale Sociale euro 1.688.769,00 - C.F. e Reg. Imprese Roma 00398260588 - P. IVA 00879951002